16 gennaio
Zampe di orso o piedi umani al ristorante cinese? Indagini a Padova

16 gennaio 2017

Zampe di orso o piedi umani?

Come scrive il Mattino di Padova il Pm ha ordinato un’autopsia e aperto un’indagine sul ristorante cinese China Ingross di Corso Stati Uniti. Nel frattempo, il titolare del ristorante cinese “Yi Hia Ren” (Xiaodong Feng, 52 anni) resta indagato per violazione delle norme per la protezione della fauna selvatica che tutela l’orso autoctono (presente in Abruzzo e nel Triveneto), non cacciabile nel nostro Paese.

“Il pubblico ministero Benedetto Roberti, titolare dell’inchiesta che ha portato al blitz dei carabinieri del Nas nel ristorante cinese situato nel China Ingross in corso Stati Uniti, ha scelto di disporre una consulenza tecnica per esaminare le (presunte) zampe d’orso immortalate in una fotografia dal cuoco del ristorante. Cuoco incaricato di servirle a una tavolata di connazionali. La macabra immagine, pubblicata sul social Facebook, è finita sotto la lente d’ingrandimento dei carabinieri del Nas” scrive il giornale.

Questa è la storia: la sera del 28 novembre scorso quelle zampe sono state la prelibatezza della cena organizzata da un commerciante (cinese) per i suoi ospiti. “Un medico legale, consultato dagli inquirenti, avrebbe espresso qualche dubbio sul fatto che si tratti (con assoluta certezza) di zampe d’orso considerando la forte analogia con gli arti umani” scrive il quotidiano padovese.

L’esame dovrà approfondire la morfologia dei due arti e chiarire il macabro mistero.

AGGIORNAMENTO SULLA VICENDA

Non si dispone, al momento, di altro materiale. Sull’identità del cliente e del medico legale consultato dai Carabinieri non vi sono riscontri, e tutte le testate messe a confronto sono allineate sugli stessi contenuti. Possiamo dunque dire che le indagini siano ancora in corso.

 

 



Commenti