16 settembre
Tormentato dai bulli a scuola, a soli nove anni si uccide in casa

Tormentato dai bulli a scuola, a soli nove anni si uccide in casa
16 settembre 2016

Tormentato dai bulli a scuola, a soli nove anni si uccide in casaLa triste storia del piccolo Jackson Grubb, un bambino statunitense della Virginia Occidentale trovato morto in casa. I familiari accusano i bulli a scuola che lo tormentavano.

Ormai quotidianamente doveva fare i conti con quei ragazzini bulli che lo tormentavano a scuola per tutto il giorno con scherzi e sfottò anche pesanti e purtroppo alla fine non ha resistito psicologicamente e si è tolto la vita.

È la triste storia di un bambino statunitense di soli 9 anni  Jackson Grubb, trovato impiccato sabato scorso nella cameretta della sua abitazione nella contea di Raleigh, nello Stato della Virginia Occidentale. A fare la macabra scoperta la sorella di poco più grande che era andata in camera sua per parlargli ma lo ha ritrovato penzoloni ad una trave.
160914184524-boy-suicide-bullying-dnt-00011614-large-169Sconcerto e incredulità nella famiglia del ragazzino che da qualche settimana aveva notato un cambiamento nel carattere del piccolo senza però immaginare cosa potesse nascondersi in quel mutismo. “Sono stata molto tempo con lui e ho passato ore cercando di farlo parlare, ma Jack era il tipo che tiene le cose dentro e non sono riuscita a fargli esternare le sue angosce” si è rammaricata la nonna a cui il bimbo era affidato.

La donna ha spiegato di essere a conoscenza dei bulli a scuola ma che aveva saputo che il ragazzino si era difeso bene con umorismo e talvolta anche con la forza. Nelle ultime settimane però era accaduto qualcosa che aveva spinto Jackson   perdere la voglia di lottare e a chiudersi in sé stesso.

Sul caso la polizia locale ha aperto ub0inchoesta che però al momento non vede nessun indagato.



Commenti