28 agosto
Terremoto, la storia di Claudio che ha perso tutto: genitori, sorella e fidanzata

Terremoto, la storia di Claudio che ha perso tutto: genitori, sorella e fidanzata
28 agosto 2016

Terremoto, la storia di Claudio che ha perso tutto: genitori, sorella e fidanzataC’è chi a causa del terribile terremoto che ha devastato il Centro Italia ha perso praticamente tutto: non la casa e l’intera famiglia.

E’ il caso si Claudio, 21enne di Amatrice che si è miracolosamente salvato perdendo però i genitori e la sorella, oltre alla fidanzata 17enne. 

Il giovane è riuscito a saltare dalla finestra della sua camera, incredibilmente rimasta in piedi mentre il resto della casa veniva distrutta dal sisma. I suoi parenti sono stati travolti e così la sua fidanzata, che si trovava in un’altra abitazione del comune più colpito e praticamente raso al suolo.
Ieri il giovane ha accompagnato i pompieri nella zona rossa del centro storico, per recuperare ciò che resta all’interno del suo appartamento. Non molto, purtroppo. Il 21enne potrà tornare a suonare la sua chitarra. “Ne ho sette, non erano tutte qui – dice il ragazzo, che studia al Conservatorio dell’Aquila -. E le lettere, ce la facciamo a riprendere quelle?” chiede ai vigili del fuoco, che sono riusciti a recuperare alcuni spartiti, con dentro anche gli scritti che Claudio si scambiava con la fidanzata. “La foto, quella con la cornice, ce la fate?”, chiede. Ce la fanno. Nella fotografia i due giovani sorridono.primadopo-kkyG-U1090308799159wg-428x240@LaStampa.it

A Claudio sono rimasti il nonno, dei cugini, racconta una zia. Il ragazzo è assistito da una psicologa e prende dei calmanti. “Ora quando torno a casa e penso ‘lo dico a mammà, lei non c’è più” dice. Ora la speranza di Claudio è di poter riabbracciare il suo cane. Non è chiaro però se l’animale sia scampato alla furia del terremoto. Quando è stato tratto in salvo, mentre veniva trasportato in ambulanza, il ragazzo urlava disperato: “Salvate il mio cane”. Il suo volpino potrebbe essere tutto ciò che gli resta.



Commenti