01 settembre
Si schianta con l’auto per uccidere il figlio di 2 anni: “Non so fare il padre”

Si schianta con l’auto per uccidere il figlio di 2 anni: “Non so fare il padre”
1 settembre 2016

Si schianta con l’auto per uccidere il figlio di 2 anni: “Non so fare il padre”“Non sono abbastanza uomo per essere padre. Ho troppe responsabilità”. E’ la folle motivazione che ha spinto da Nathan Weitzel, 29enne di Arapahoe, nello Stato Usa del Colorado, a tentare di uccidere il figlio Isaia di soli 2 anni. Secondo quanto accertato dalle autorità, avrebbe inscenato un finto incidente stradale.

"Non sono abbastanza uomo per essere padre. Ho troppe responsabilità". E’ la folle motivazione che ha spinto da Nathan Weitzel, 29enne di ArapahoePrima di partire avrebbe slacciato appositamente la cintura di sicurezza. Poi avrebbe acceso il motore, per far partire l’auto a tutta velocità: al momento dello schianto andava a 120 km/h ed era sotto effetto della cocaina. Nonostante il devastante impatto entrambi sono riusciti a sopravvivere. Il piccolo ha riportato una commozione cerebrale e una frattura alla gamba, ma non è in pericolo di vita. Quanto l’uomo, dopo le cure mediche, è stato interrogato dalle autorità, ha detto di aver guidato vicino Arapahoe County alla ricerca di un “buon posto per parcheggiare la macchina e uccidere suo figlio”, perché, stando agli atti, “non pensava di essere abbastanza uomo per crescere un bambino”. Ora finirà a processo per tentato omicidio e lesioni gravi.
Nel frattempo per sostenere le cure medico del piccolo Isaia è stata inaugurata una raccolta fondi su GoFoundMe, in cui si legge: “Nancy Lopez è un’amorevole madre single di suo figlio, Isaia. Domenica Isaia è stato coinvolto in un incidente mortale”. Nathan-Weitzel2La madre del bimbo, aggiunge la pagina, è stata costretta a chiedere 10 settimane di permesso a lavoro, che non verranno retribuite.

Per questo motivo il web si è mobilitato.



Commenti