17 novembre
Sesso in cambio di alloggi popolari: ai domiciliari un funzionario del Comune di Rescaldina nel milanese

Sesso in cambio di alloggi popolari: ai domiciliari un funzionario del Comune di Rescaldina nel milanese
17 novembre 2016

I militari della Guardia di Finanza di Legnano (Milano) ha eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di un funzionario responsabile dell’Area Servizi alla Persona del Comune di Rescaldina. Secondo le indagini delle Fiamme gialle, coordinate dalla Procura di Busto Arsizio, l’uomo avrebbe abusato dei suoi poteri per indurre alcune donne in difficoltà economiche a concedergli incontri sessuali per ottenere contributi comunali e l’assegnazione non dovuta di alloggi in edilizia popolare. Nell’inchiesta “Sex and the city”, coordinata dal pm Nadia Calcaterra, l’ammontare documentato dei contributi erogati in maniera indebita dal funzionario comunale in cambio di prestazioni sessuali è di circa 7500 euro. Nel corso dell’operazione, le fiamme gialle legnanesi hanno sequestrato molta documentazione ora al vaglio degli inquirenti e riguardanti gare di appalto gestite dal funzionario pubblico. Nell’ambito della stessa operazione sono indagate a piede libero altre tre persone, accusate di truffa aggravata e “induzione indebita a dare o promettere utilità”.



Commenti