20 luglio
Favoreggiamento all’immigrazione clandestina, nove arresti a Palermo

20/07/2018

Dieci ordinanze di custodia cautelare su ordine del Tribunale di Palermo sono state eseguite dagli agenti della polizia di Stato e dai militari della Guardia di Finanza nel corso di un’operazione di contrasto all’immigrazione clandestina.

Nove persone sono ai domiciliari, mentre per una è scattato l’obbligo di dimora e il divieto di soggiorno nel comune di Palermo.

E’ stata scoperta un’organizzazione criminale. composta, tra gli altri, da commercialisti e Centri di Assistenza Fiscale.

Nel corso delle indagini, durate 2 anni e condotte da finanzieri e poliziotti della Squadra Mobile palermitana, è stata scoperta un’articolata rete di professionisti, titolari di Centri di Assistenza Fiscale ed altre persone compiacenti che procuravano a soggetti extracomunitari, dimoranti nella provincia di Palermo, i permessi di soggiorno od il loro rinnovo attraverso dichiarazioni dei redditi con dati fittizi o falsi contratti di lavoro.

Tra i soggetti destinatari delle misure cautelari, il riferimento per la comunità Tamil di Palermo, attivo nel panorama politico palermitano quale membro della Consulta delle Culture presso il Comune di Palermo.

Nel corso dell’operazione contro il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina sono finiti agli arresti domiciliari Gesualdo Meli, Antonino Di Majo, Gianfranco Ficano, Francesco Noto, Antonino Pisciotta, Paola Giannetto, Antonino Russo, Marco Celani e il poliziotto dell’ufficio immigrazione Salvatore Giacobbe che sfruttava le sue entrature in Prefettura ed è il marito della titolare di un Caf di Castelvetrano.

Per Thayaraj Arulnesan, membro della Consulta delle culture del Comune di Palermo e a sua volta titolare di un Caf, il gip ha disposto il divieto di dimora nel comune di Palermo e obbligo di presentazione all’ufficio immigrazione della questura per tre giorni a settimana.

Altri otto indagati non sono stati raggiunti da misura cautelare. Tutti rispondono a vario titolo di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e di violazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero.


Commenti