X

A Milano la truffa del pastello e delle noci: cos’è e come funziona

 

A Milano la truffa del pastello e delle noci: cos’è e come funziona

I carabinieri di Sesto San Giovanni hanno arrestato un ventiquattrenne e un sessantaduenne, entrambi già noti alla giustizia, con l’accusa di truffa aggravata in concorso.

Ecco la truffa del pastello e delle noci: cos’è e come funziona

I carabinieri di Sesto San Giovanni hanno arrestato un ventiquattrenne e un sessantaduenne, entrambi già noti alla giustizia, con l’accusa di truffa aggravata in concorso.

Le strade dei due malviventi e dei militari si sono incrociate venerdì in via Vulcano, dove gli uomini dell’arma hanno notato i due mentre discutevano con un anziano indicando lo specchietto di un’auto ferma a bordo strada. A togliere ogni dubbio ai carabinieri, subito insospettiti dalla scena, ci ha pensato la reazione dei due truffatori, che alla vista delle divise hanno cercato, inutilmente, di scappare.

A quel punto, i militari hanno scoperto che i due stavano raggirando il settantacinquenne, ormai quasi convinto di avere colpito e danneggiato, con la propria auto, lo specchietto retrovisore della macchina dei truffatori, che effettivamente presentava una strisciata nera.

I carabinieri hanno poi accertato come il danno fosse in realtà falso. I due arrestati, infatti, avevano creato la striscia nera con un pastello e avevano finto l’urto lanciando un sacchetto con alcune noci sull’auto della vittima. Il ventiquattrenne e il sessantaduenne, che avevano chiesto alla vittima 150 euro, saranno giudicati per direttissima.

Sabato, proprio i carabinieri hanno presentato un vero e proprio manuale contro le truffe per permettere ai cittadini di rispondere al meglio ai tentativi di raggiri senza farsi trovare impreparati. Nel libretto, di otto pagine, vengono presentati in modo chiaro e semplice i “trucchi” utilizzati dai truffatori: dal finto tecnico del gas ai falsi rappresentanti delle forze dell’ordine, passando per le truffe dello specchietto danneggiato o della gomma bucata.

“La prevenzione – ha spiegato il comandante provinciale dei carabinieri di Milano, Canio Giuseppe La Gala – è la più importante arma che abbiamo per combattere questo reato pericoloso che oltre al danno economico getta nel più profondo sconforto chi lo subisce, soprattutto gli anziani. E qualcosa sta migliorando perché oggi assistiamo sempre più a tentate truffe, il che significa – ha concluso – che le potenziali vittime sono molto più guardinghe”.

 

Le strade dei due…

Source: Notizie divertenti

 

loading...