Mia Ayliffe-Chung Uccisa senza un perché: l’aggressore inneggiava ad Allah

di solobuonumore

Mia Ayliffe-Chung Uccisa senza un perché: l’aggressore inneggiava ad Allah

| Friday 26 August 2016 - 21:55
Mia Ayliffe-Chung Uccisa senza un perché: l’aggressore inneggiava ad Allah

Mia Ayliffe-Chung Uccisa senza un perché l’aggressore inneggiava ad AllahAustralia sotto choc per la brutale morte di Mia Ayliffe-Chung, appena 21 anni, partita qualche tempo fa da Wirksworth, in Inghilterra, per fare il giro del mondo.

Nelle scorse ore, nella principale isola dell’Oceania, la giovane ha trovato la morte per mano di un francese di 29 anni, Smail Ayad, che l’ha massacrata a colpi di coltello, urlando “Allah Akbar”. Un altro uomo, anche lui inglese, di 31 anni, è in ospedale in condizioni critiche per l’aggressione.

Alcune fonti spiegano che lui, insieme a un australiano di 46 anni che però non è grave, sono stati feriti mentre prendevano le difese della giovane. Il francese inoltre ha accoltellato a morte anche un cane, prima di essere bloccato e arrestato dalla polizia.

Anche l’aggressiore, che ha agito davanti ad una trentina di persone, all’ingresso di un ostello di Home Hill, nel nord Queensland, è finito in ospedale. Non risulta che l’aggressore, giunto in Australia da circa tre mesi, abbia o abbia avuto contatti con l’Isis o con gruppi jihadisti.

7783258-3x2-700x467Secondo il vice capo della polizia del Queensland, Steve Gollschewski, la vicenda “non riguarda razza o religione. È un comportamento criminale individuale”. In ogni caso, “in questa fase iniziale (delle indagini) non escludiamo alcun movente, che sia politico o criminale” e “gli investigatori considereranno anche se in questo omicidio ci siano fattori mentali o abuso di droghe”.

Da quel che risulta, anche dopo l’arresto, come documentato dalle ‘bodycam’ montate sulle divise degli agenti, il francese inneggiava ad Allah.

Mia Ayliffe-Chung era in Australia da pochi giorni e voleva restarci per tre mesi, dopo aver viaggiato a lungo tra Marocco, Turchia, India, Vietnam and Indonesia, come testimonia anche il suo profilo Facebook. Viene descritta dagli amici come “piena di energia” e “una ragazza dalla felicità contagiosa”, che – lei stessa lo diceva sui social – stava “vivendo un sogno”.


solobuonumore@gmail.com