18 gennaio
Lo yacht non vede i pescatori e gli va addosso. Si salvano tuffandosi in acqua

Lo yacht non vede i pescatori e gli va addosso. Si salvano tuffandosi in acqua
18 gennaio 2018

Una battuta di pesca in barca stava finendo in tragedia per l’agente Bryan Maess e i suoi amici Christopher McMahon, 46 e Roni Durham, 57. Uno yacth non ha rallentato e gli è finito addosso. Tutto ripreso da una videocamera. I tre si sono salvati lanciandosi in acqua all’ultimo momento, dopo aver urlato all’indirizzo dell’imbarcazione che gli arrivava addosso inarrestabile. L’incidente è avvenuto la scorsa estate sul fiume Columbia, in Oregon, mentre i tre si trovavano in barca per una sessione di pesca al salmone. Alla guida del natante che ha provocato l’incidente un pensionato 75enne che ha spiegato alla polizia di non aver visto la piccola imbarcazione perché si trovava seduto e non godeva quindi di una visuale completa. Il tribunale ha ora condannato l’uomo a pagare una multa di 375,500 dollari per i danni riportati a Maess e ai suoi amici, usciti feriti ma sostanzialmente incolumi dall’incidente.



Commenti