21 dicembre
Depressione natalizia

Depressione natalizia
21 dicembre 2016

Shopping e riunioni con i parenti, tutto condito da un’euforia collettiva: sono questi i momenti più significativi che rappresentano quella che viene chiamata depressione natalizia.

Il Natale  porta con sé un cambiamento dei regolari ritmi di vita quotidiana, che  espone a stimoli insoliti: dalle pause dal lavoro, che portano spesso dei vuoti da riempire, a momenti di socialità forzata con altre persone, che costringe a fare i conti con aspetti irrisolti di alcune relazioni, anche conflittuali, che possono produrre ansia e tensione. Senza per questo dimenticare, l’angoscia e il senso di vuoto dovuti a lutti o perdite subiti e non ancora superati, che in questo periodo dell’anno vengono avvertiti maggiormente.

”Mai come in questo periodo – sottolinea il neurologo Sorrentino – si registra un’incidenza così alta di depressione, a causa del cambio di stagione e delle abitudini, della riduzione della luce e soprattutto del confronto fra l’euforia collettiva e il proprio malessere. Questo clima di felicità a tutti i costi – spiega– aggrava il disagio psichico preesistente, la persona si avvita su se stessa, guarda in maniera pessimistica il proprio passato e si sente sola”.

Così, per molte persone il Natale diventa uno “spettro” che fa paura, anche perché coincide con la fine dell’anno, quando siamo quasi obbligati a tracciare un bilancio con noi stessi, in un mix di sentimenti per gli eventi vissuti e quelli che il nuovo anno ci riserva tra speranze e grandi incertezze.

Il malessere è  una spia che la mente accende rispetto a eventi vissuti come irrisolti o problematici. Ascoltarlo è il primo passo per individuare il problema nascosto, la causa vera del dolore. Convertire questo disagio in un’opportunità per guardarsi dentro, ascoltarsi e conoscersi, e imparare a chiedere aiuto sono due fasi imprescindibili per superare la depressione natalizia: un’inversione di tendenza per andare incontro a una reale rinascita, pianificando una nuova strada, che rappresenta poi ciò che il significato del Natale vuole insegnare.



Commenti