X

ASSASSINO E TORTURATORE DI CANI, CONDANNATO A 28 ANNI DI CARCERE

Un uomo del Nevada che aveva orribilmente torturato e ucciso sette cani è stato condannato a scontare un massimo di 28 anni in una prigione di Stato.

Jason Brown, 25 anni, è stato arrestato l’anno scorso dopo che un cane smembrato era stato trovato all’interno della sua stanza di un motel di Reno. Nel corso della perquisizione, fu fatta una scoperta ancora più scioccante. All’interno del frigo della stanza del motel furono rinvenute quattro teste di cane mozzate.

Brown si procacciava i cani rispondendo agli annunci di Craigslist locali, si offriva di adottare o comprare dei cuccioli e anche cani adulti, promettendo che gli avrebbe dato una casa e una famiglia Alcuni dei proprietari che gli hanno ceduto dei cani, hanno testimoniato che egli “sembrava un normale ragazzo normale”. Durante il processo, la giuria ha potuto ascoltare degli audio terrificante audio tratti da video che lo stesso Brown registrava mentre torturava e smembrava i cani, tra le urla e le grida di dolore degli animali.

In un video si sente l’assassino che dice “I piccoli chihuahua bianchi sono i miei preferiti” Brown, nel tentativo di alleggerire la sua posizione, ha detto al giudice che in quei momenti egli era sotto l’effetto di droghe “non avevo il controllo di me stesso.”

Le persone che abusano e maltrattano animali sono spesso in grado di adottare o acquistare più e più volte gli animali, evitando punizione e ripetere all’infinito il tragico ciclo. In questo caso, NO! I crimini commessi da Brown lo hanno portato ad una dura e giusta condanna. Non potrà godere di nessun beneficio di legge, prima di aver scontato almeno 11 anni “Non dimenticherò mai le immagini che ho visto in questo caso “, ha detto il giudice Elliott Sattler prima di emettere la severa condanna. Ed ha aggiunto “La crudeltà e il sadismo esibito dall’imputato è semplicemente scioccante”.

Questa è una notizia che dei buoni parlamentari italiani farebbe bene a sapere. In questi giorni alcuni di essi dicono di voler presentare una proposta di legge tesa ad inasprire le pene, riguardo ai reati contro gli animali. Ebbene sappiano che se i loro propositi sono molto lontani dalla pena ricevuto da questo assassino, allora saremo in presenza di “acqua fresca” e non di inasprimento di pene.

Vogliamo essere più chiari: in Italia e necessario inasprire le pene per i reati contro gli animali, perchè le attuali sanzione non portano mai al carcere,.

Quindi ci vuole il carcere per i farabutti che uccidono e torturano animali, per questo occorre che la pena preveda sanzioni massime alte, almeno oltre i 5 anni (molto meglio 15).